CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI ALLIEVI/E

FIRENZE 29 e 30 SETTEMBRE 2012

E’ stata Firenze ad ospitare i Campionati Italiani Allievi/e 2012; oltre1400 atleti che si sono cimentati nelle varie discipline. Per l’Alteratletica Locorotondo la spedizione era composta da Eleonora Porcelluzzi per il lancio del giavellotto, Sabina Doronzo per i 2000 siepi e Gregorio Angelini per la 10 km di marcia, accompagnati dai tecnici Tommaso Angelini e Gaetano Di Pace (e 3 tifosi di famiglia). Clima umido ma fresco quello che si presentava alle prime ore di sabato mattina allo stadio Ridolfi.

Ad aprire i giochi proprio il giavellotto femminile con la nostra Eleonora alle ore 9. In base alle misure di accredito non vi erano molte possibilità di entrare in finale(le prime 8) ma Eleonora nel terzo lancio di qualificazione ha tirato fuori un 36,56 m piazzandosi al 3° posto della sua serie e stabilendo il nuovo personale di oltre 2m. Abbiamo seguito con trepidazione la 2^ serie ma Eleonora non è riuscita ad entrare nelle prime 8; resta la buona prestazione dell’atleta, brava!

Alle 14:15 è partita la 2^ serie dei 2000 siepi(quella con le atlete più forti) e per noi  vi ha preso parte Sabina Doronzo.  La nostra atleta si è difesa benissimo e solo una scivolata sul 4° passaggio della riviera(causata da una leggera pioggia) non gli ha consentito di piazzarsi al 5° posto. Buona comunque la sua prestazione 7’38”al 6° posto. Ultimo dei nostri portacolori a scendere in pista Gregorio Angelini. Speravamo che le condizioni climatiche rimanessero invariate, (visto la scelta poco felice di far disputare la gara più lunga dei campionati alle 15:20)ma così non è stato. Intorno alle 15 e per la prima metà gara si è alzato un forte vento. E’ partito subito forte Todisco seguito a “ruota” da Agrusti e un po’ più staccati tutti gli altri guidati da Gregorio. Partenza un po’ troppo guardinga x Gregorio ed il gruppo degli inseguitori. Al 4° km Inglese tenta un allungo per andare a prendere Agrusti  alle sue spalle non lo seguono Gregorio e Giordano che in progressione lo riprendono intorno al 6° km. Passaggio per Gregorio ai 5000m in 24’06”(10” in più del programmato). Intorno al 7° km Gregorio tenta di andare a prendere Agrusti ma pur guadagnando 2-3” a giro non gli bastano per l’argento ed è arrivato  3° in 47’59”19. Siamo soddisfatti della prestazione anche se un po’ dispiaciuti, in quanto nonostante la giornata da un punto di vista climatico non ci ha aiutati (dopo il 5° km è uscito il sole e nello stadio non si respirava) forse con una partenza ai ritmi soliti di 1’55” a giro ci avrebbe portato all’arrivo a giocarci l’argento con Agrusti. Come al solito la teoria è facile poi nella pratica le gare bisogna disputarle per questo comunque bravo a Gregorio che è al primo anno nella categoria si è difeso con onore. 

                                                                                                          Tommaso Angelini